Caratteristiche del Carlino

Gruppo di razza: Toy
Peso: 7-8 kg
Altezza: 30-33 cm
Colore: argento, albicocca-fulvo, o nero, con muso o contorno occhi, orecchie, guance, nei e tracce sul corpo neri
Altri nomi:
Pug, Mops


carlino

Descrizione generale

Il Carlino è di origini sconosciute, il che ha causato dibattiti tra gli amanti dei Carlini. Si crede che questo cane sia nato prima del 400 a.C. in Asia, ma non si può esserne sicuri. Alcuni pensano che i commercianti Olandesi abbiano importato questa razza dall’Est. Si dice che questa razza discenda da un Pechinese a pelo corto, mentre altri credono che sia il risultato dell’incrocio di un piccolo Bulldog.

È uno dei cani “toy“. Proporzionato in maniera squadrata, compatto e di corporatura rozza, il carlino è un cane grande in un piccolo spazio. La sua andatura è forte e disinvolta, ma con un leggero rollio delle parti posteriori. La sua espressione distintiva è morbida e sollecita. La sua fronte ha grandi, profonde rughe. Il suo manto è sottile, liscio e corto.

Carattere

Il Carlino può essere piuttosto sensibile al tono di voce delle persone, nonostante si riprenda abbastanza in fretta.

Non sottovalutate la taglia di questo cane, è molto devoto ed è un buon cane da guardia.

Questo è un cane grande nel corpo di un cane piccolo, il che lo rende molto robusto e veramente devoto. Il Carlino non dovrebbe mai essere timido, e non dovrebbe mai mostrare segni di aggressività. Dovrebbe essere sempre amichevole e giocoso (in modo simile al Labrador o al Golden Retriever).

Temperamento

Il Carlino è un piccoletto allegro e gioioso che va d’accordo più o meno con tutti. Questa razza può occasionalmente diventare molto gelosa, ma si comporta incredibilmente bene intorno agli sconosciuti. Il Carlino si comporta benissimo con i bambini, anche i bambini che tendono ad assillare i cani, poiché questa è una razza robusta e resistente. Ha la capacità di comportarsi molto bene con gli altri cani, ma dovrebbe essere educato alla socializzazione fin da cucciolo, come per le altre razze.

Cura

Per quanto riguarda la spazzolatura, il Carlino non richiede un complesso mantenimento. L’area del muso dovrebbe essere pulita, poiché questa razza ha la tendenza a sbavare. Bisognerebbe anche pulire sotto le pieghe della pelle per evitare che la pelle diventi secca o pruriginosa. Il bagno dovrebbe essere fatto solo quando necessario, perché rimuove gli oli naturali della pelle e del manto.

Manto

Il Carlino ha un manto molto delicato, corto e morbido. Il manto dovrebbe essere liscio e lucido e né duro né lanoso. Il Carlino ha un muso distintivo, nero e morbido. Il pelo è abbastanza rado attorno alla coda a ricciolo.

Addestramento

Il Carlino può essere testardo, a volte, ma è desideroso di compiacere. Rendere l’addestramento divertente non mancherà di catturare l’attenzione di questo cane e mantenerla. Variare tra molti metodi di addestramento funziona al meglio con il Carlino, siccome si annoia in fretta. Rendere l’addestramento divertente sicuramente permetterà di mantenere l’attenzione di questo cane.

Questa è una delle razze più difficili da addestrare, perciò la coerenza è fondamentale.

L’addestramento all’obbedienza è raccomandato fin dalla tenera età per rendere l’addestramento più efficiente e più facile nei periodi seguenti della vita.

carlin

Attività

I Carlini sono piccoli cani vivaci, ma comunque sono relativamente attivi in casa e possono restare senza un cortile. Questa razza ama fare lunghe passeggiate, ma bisognerebbe sempre darle dell’acqua poiché è soggetta a problemi respiratori e si stanca in fretta. Questa razza è eccellente per vivere in appartamento. Il Carlino si adatta bene a molti ambienti diversi, e fa tanto esercizio quanto gli viene permesso. Tuttavia, ha la tendenza a mangiare troppo e a diventare pigro, quindi bisogna dargli modo di allenarsi regolarmente.